Ultimi Eventi

Presentazione DOMO BORGO MILLENARIO
Immagine

Venerdì 26 maggio alle ore 17:45 presso il Teatro Galletti di Domodossola Presentazione del libro: DOMO BORGO MILLENARIO di ENRICO RIZZI    

 

 

Valle d'Otro - Passo Foric | Stampa |
Scritto da Gianpaolo Fabbri   

 

PREMESSA. Puntata in Valsesia. Le sei splendide frazioni di Otro, nella valle omonima ad ovest di Alagna, meritano ampiamente le due ore di viaggio da Domodossola. La Valle d'Otro è talmente bella e conosciuta da essere visitata moltissimo, pur non essendoci strada. E' solo in Ossola che si ritiene di dover raggiungere con automezzi ogni località montana? E dire che anche ad Otro c'è un'intensa attività agro-silvo-pastorale!

 

VALLE D'OTRO – PASSO FORIC

28 AGOSTO 2014

Dislivello totale: 1300 m. Tempo totale: 5 h 25'. Sviluppo totale: 13,2 km.

Due ore d'auto e tante curve, specialmente sul Passo della Colma fra Omegna e Varallo, ci portano ad Alagna. Questo meraviglioso paese walser, sul versante meno panoramico del Monte Rosa, è rinato da quando un saggio investimento ha consentito il rifacimento degli impianti di risalita ed il relativo collegamento con Gressoney e Champoluc, creando uno dei comprensori sciistici più spettacolari del nord-ovest. Qui ci sono meno strade montane e nessuna centralina idroelettrica. Il maggior rispetto per la natura è stato il secondo saggio investimento dei valsesiani: provare per credere! Siamo in tredici anche oggi, ma, per regolamento interno, la superstizione è stata messa al bando. Per ora splende il sole. C'è nel gruppo anche una signora che sta per riprendere il lavoro e nei prossimi mesi ci mancherà, ma ci deve pur essere qualcuno che produce, onde consentire agli amici pensionati di girare per i monti il giovedì. Posteggiamo nel grande parcheggio ad ingresso paese, quota 1150 circa, e cerchiamo il bel sentiero per la Valle d'Otro. Dopo 30' c'è una breve deviazione per fotografare la bella “Caldaia d'Otro”, lungo l'omonimo torrente. Altri 40' ed entriamo nello stupendo pianoro, 1700 metri circa, colle sue sei frazioni abitate durante l'estate, le case walser splendidamente rivestite di fiori, grandi pascoli ed alpeggi tutt'intorno. In fondo alla valle il Corno Bianco svetta coi suoi 3320 metri. Colazione a Follu, 1664, una delle frazioni, dove si ricompatta il gruppo. Si riparte attraversando anche Dorf, 1698, e Scarpia, 1726, e si raggiunge l'Alpe Pianmisura, 1782, dopo 35' da Follu. Qui si “vira” decisamente verso nord, su sentiero sempre ben segnato e sempre più ripido, tutto al sole, ed in 1 h 25' si conquistano faticosamente i 2432 metri di Passo Foric. Di qui si godrebbe del panorama dell'intero versante sud del Monte Rosa, ma qualche nuvola malefica, sopraggiunta nel frattempo, ce lo nega. Breve sosta e su altro bel sentiero, leggermente esposto nel tratto iniziale, si entra nella Valle d'Olen, mentre il sole ed il caldo ci salutano. Dopo 30' c'è una rapida pausa pranzo, al freddo e con minaccia di pioggia. Ci troviamo sulla sontuosa pista di sci che dal Colle d'Olen, collegamento con la valle d'Aosta e Gressoney, scende ad Alagna. Ripartiamo passando per l'Alpe Pianalunga, 2025, dopo 20' da fine pranzo, e per l'Alpe Zar Oltu, 1847 (altri 20'), raggiungendo Alagna dopo un'altra ora. Un meritato ed oneroso drink al prestigioso Caffè della Guide chiude la bella giornata, mentre il sole riappare sulle maestose cime che ci sovrastano.

 
 
 
       

 

Joomla Templates by Joomlashack