Ultimi Eventi

Presentazione DOMO BORGO MILLENARIO
Immagine

Venerdì 26 maggio alle ore 17:45 presso il Teatro Galletti di Domodossola Presentazione del libro: DOMO BORGO MILLENARIO di ENRICO RIZZI    

 

 

HOHTURE | Stampa |
Scritto da Gianpaolo Fabbri   

PREMESSA. Facciamo un passo indietro, a febbraio 2013, per descrivere una gita invernale nella zona del Sempione, facile, breve, quasi sempre sicura, in ambiente bellissimo. Si può fare sia con sci che con ciaspole, dalla prima all'ultima neve.

HOHTURE

28 febbraio 2013

Dislivello totale: 670 m. Tempo totale: 3 h con sci, 4 h con ciaspole.

Gli anziani oggi sono in dodici, cinque sciatori (parola grossa per qualcuno!) e sette ciaspolatori. Fra i primi c'è anche un fuoriclasse, che eleva decisamente il tasso tecnico medio, bilanciato, però, da quello scadente di un parente acquisito. Le previsioni meteorologiche incerte e le recenti nevicate, sul già consistente strato sottostante, inducono ad una scelta prudente, valida per tutti, negli splendidi boschi che circondano Rothwald. Scendendo dal Sempione, si posteggia alla partenza del famoso skilift, quota 1745, e si sale nel bosco, costeggiando in parte la pista di sci ed in parte il tracciato della strada estiva. Dopo 45' eccoci a Wasenalp, 1960, con i suoi chalets e la chiesetta sulla destra, appena sopra la pista. Nuvole, nevischio ed un venticello tagliente non incoraggiano a fermarsi. Proseguiamo per altri 20' fino a Wintrigmatte, 2050, dove termina la strada asfaltata, sommersa oggi da più di due metri di neve. Da qui in avanti si procede in ordine sparso. Perché? Perché ci sono in gioco attrezzature diverse, energie diverse, urgenze diverse e così via. Effettivamente è come essere in un meraviglioso parco giochi invernale, dove non ci si può perdere, c'è spazio per tutti. Ognuno può scegliere i pendii che preferisce, purché si evitino i pochi a rischio valanghe. Ci si ricongiungerà per il pranzo, al freddo e sotto la neve, in quel di Wintrigmatte. I più disciplinati seguono la guida salendo in diagonale, in direzione nord, nel rado boschetto di larici. In prossimità di una specie di paratoia artificiale si inverte decisamente la rotta verso sud, percorrendo, sempre in dolce salita, la dorsale che porta al caratteristico ometto in pietra dell'Hohture, 2409. 1 h 05' da Wintrigmatte. Vento, freddo e nevischio accelerano i preparativi per la discesa, ovviamente più rapidi per i ciaspolatori. Gli sciatori, nonostante qualche tuffo alla Cagnotto nella morbida neve fresca, recuperano rapidamente ed aspetteranno agli chalets, dove arrivano anche i dispersi del mattino. Rapido spuntino al freddo, risate e ironia sul simpatico caos della gita odierna, sicuri, però, che la guida ci richiamerà all'ordine e ci farà scontare, per il resto dell'anno, l'indisciplina di oggi. Poi ci separiamo: per gli sciatori dieci minuti di discesa elementare, per i ciaspolatori un'oretta di marcia, come in salita. Giovedì prossimo, con qualsiasi tempo, ritorneremo a faticare, costretti a dimenticare il relax odierno.

 
 
 
       

 

Joomla Templates by Joomlashack