Ultimi Eventi

Presentazione DOMO BORGO MILLENARIO
Immagine

Venerdì 26 maggio alle ore 17:45 presso il Teatro Galletti di Domodossola Presentazione del libro: DOMO BORGO MILLENARIO di ENRICO RIZZI    

 

 

Esplodono le fioriture estive in alta montagna | Stampa |
Scritto da Paolo Crosa Lenz   

Sono giorni di gloria per i botanici, gli appassionati di flora alpina e di fotografia naturalistica. I monti dell’Ossola si stanno coprendo di una veste multicolore per l’esplosione delle fioriture in quota. Domenica 21 giugno a 2000 m c’erano 3-4°, poi in settimana il meteo si è stabilizzato e le temperature sono salite in pochi giorni ad oltre 30°. Le alte praterie seminaturali con terreni calcarei si coprono di ranuncoli montani (gialli) e dei Pirenei (bianchi). Mentre sui pendii dell’alpe Sangiatto le orchidee stanno sfiorendo, le vallette nivali superiori  si sono appena liberate dalla neve e l’erba è alta solo pochi centimetri. I botanici mormorano che negli ultimi anni i repentini cambiamenti di temperature e il freddo prolungato ritardano le fioriture e fanno sì che avvengano tutte insieme. Solo i rododendri sono ancora fermi.



Anche per gli uomini non è più come prima. San Giovanni Battista (24 giugno) era tradizionalmente il giorno della caria (il carico degli alpeggi alti). Quest’anno in Devero non è così, a fine giugno gli alpeggi sono ancora deserti, i pascoli “non sono ancora pronti” e in basso, a Crampiolo, c’è ancora tanta erba buona. Il rito millenario dell’inalpamento verrà rimandato ai primi di luglio.

Qualcosa sta cambiando in madre natura. Che dire del fatto che in Devero, alle pendici del Pizzo Bandiera, sta crescendo un boschetto di pioppi?

 
 
 
       

 

Joomla Templates by Joomlashack