Ultimi Eventi

Presentazione DOMO BORGO MILLENARIO
Immagine

Venerdì 26 maggio alle ore 17:45 presso il Teatro Galletti di Domodossola Presentazione del libro: DOMO BORGO MILLENARIO di ENRICO RIZZI    

 

 

La prima trasvolata della Alpi di Geo Chavez (1910 – 2010) | Stampa |
Scritto da Paolo Crosa Lenz   

Nel 1910 il Sempione è alla ribalta dell’attenzione internazionale. Non è la prima volta. Nel 1805 fu la strada napoleonica con i suoi arcobaleni di pietra cantati da Dumas a permettere per la prima volta nella storia di valicare le Alpi in carrozza (“Le Alpi non esistono più” fu scritto nei dispacci degli ingegneri). Un secolo dopo fu l’epica impresa del traforo più lungo del mondo ad unire Mediterraneo ed Europa centrale. Quattro anni dopo questo valico nel cuore dell’Europa cattura ancora una volta i sogni e le emozioni dell’opinione pubblica. Il Sempione diventa ancora una volta il terreno per una sfida estrema che rimane nella memoria collettiva del Novecento: la prima trasvolata delle Alpi. Questo in un clima culturale dominato dal Futurismo e dalla fiducia nella modernità per cui l’aviatore è il “cavaliere dell’aria” e il mito della macchina più pesante dell’aria diventa simbolo di dominio dell’uomo sulla natura.

Il 23 settembre 1910 l’aviatore peruviano Geo Chavez compie la prima trasvolata delle Alpi, da Briga a Domodossola attraverso il valico del Sempione. Chavez cade con il suo aereo di stoffa e legno alla periferia di Domodossola e muore pochi giorni dopo al San Biagio. L’evento ha risonanza mondiale e il nome di Domodossola è scritto su tutte le testate della stampa internazionale. Gli ingredienti affinché la storia romantica di Geo Chavez (“L’impresa è compiuta, l’eroe è morto”) rimangano nella memoria collettiva ci sono tutti: un protagonista affascinante, un’impresa mai osata da nessuno, la “magia” della nascente aviazione, un cantore come Luigi Barzini, una fine tragica.

Scrisse Luigi Barzini, inviato del Corriere della Sera: “Si è distrutta la macchina e si è distrutto l’uomo. Ma del fatto prodigioso rimane la memoria che non si distruggerà mai. Il nome di Chavez rimarrà fra quelli dei più grandi eroi”.

Un ricco carnet di iniziative e celebrazioni è in programma in settembre a Domodossola. Lo scorso anno, promosso dal Lions Club Domodossola e dalla Fondazione Banca di Intra, l’editore Grossi ha pubblicato il volume “Il volo di Chavez” di Edgardo Ferrari, che ricostruisce l’evento.

 
 
 
       

 

Joomla Templates by Joomlashack